LANGUAGE:
MENU

Scopri Villa Manin

INFO BOTANICHE

Quantità e qualità di alberi e arbusti che adornano il parco creato dai Manin quasi 350 anni fa risentono inevitabilmente delle travagliate vicende storiche vissute dal territorio friulano: l’impianto oggi osservabile è in ogni caso erede della sistemazione tardoromantica operata dal Quaglia alla fine dell’Ottocento.


La pianta di maggior pregio è sicuramente il Tasso di 4 metri di circonferenza compreso tra i “monumenti naturali del Friuli Venezia Giulia” (L.R. 35/1993), che si stima possa avere oltre 200 anni. Si contano poi altre piante con altezze tra i 20 e i 30 metri, tra le quali Pini strobo, Tigli, Cedri del Libano, Ginchi, Paulonie, Bagolari e Spini di Giuda.


Tra le curiosità (più di un centinaio le specie presenti) si annoverano Abeti del Caucaso, Tulipiferi, Palme del Giappone, Bambù giganti, Pini dell’Himalaya e numerose piante da frutto (tra i quali Nespoli, Peri, Meli, Susine, Peschi, Melograni, Fichi, Vite europea e Uva fragola).